RISOTTO DI PISELLI IN DOPPIA CONSISTENZA CON QUENELLE DI BARBABIETOLA E POIS AL NERO DI SEPPIA (X 1)

24 Feb

img_5552

Un risotto non fa primavera. Ma ci può provare.

Nei banchi al mercato cominciano a fare capolino i piselli freschi. Non è già stagione vera propria, quando si possono mangiare crudi in tutta la loro dolcezza. Però si possono utilizzare in tantissimi modi, più o meno cotti, come in questa ricetta … un po’ lunga ma semplice.

INGREDIENTI

90 grammi circa di riso Carnaroli

300 grammi circa di piselli freschi (già sgranati, ma conservate un bacello per la decorazione)

mezza cipolla bianca

50 grammi circa di ricotta

1 patata piccola

1 cipolla

1 carota

1 costa di sedano

q.b. di burro, sale, pepe, parmigiano grattugiato, nero di seppia in bustina, panna acida, succo di barbabietola

Come prima cosa portate a bollore un litro di acqua salata in cui lesserete i piselli (tenete una manciata da parte) per 10 minuti circa. Conservate l’acqua che userete come base per il brodo vegetale (aggiungendo le verdure – patata, cipolla, carota, sedano – e cuocendo per mezz’ora).

Frullate i piselli e passateli al setaccio per ottenere una crema omogenea.

Fate appassire mezza cipolla bianca in una noce di burro, a fuoco molto basso, e dopo qualche minuto aggiungete il riso. Tostatelo per un paio di minuti e cominciate ad aggiungere il brodo per portarlo a cottura (ci vogliono circa 18 minuti), regolando di sale e pepe. Alternate, come aggiunta, anche la crema di piselli e quando è pronto togliete dal fuoco, aggiungete q.b. di burro e parmigiano e mantecate.

 

Finché il risotto cuoce preparate le DECORAZIONI

PISELLI SBIANCHITI

In un piccolo pentolino con acqua bollente salata sbianchite una decina di piselli per un paio di minuti al massimo e fermate la cottura, per fissare il colore, in una ciotolina con acqua e ghiaccio

QUENELLE DI RICOTTA ALLA BARBABIETOLA

Mescolate la ricotta con il succo di barbabietola (ottenuto spremendone un pezzettino con lo spremiaglio), sale e pepe e ponete il composto in freezer fino al momento dell’impiattamento.

POIS AL NERO DI SEPPIA

In una ciotolina mescolate un paio di cucchiai di panna acida con una punta di nero di seppia in bustina. Mettete il composto in frigo in un piccolo biberon fino al momento dell’impiattamento.

COMPLETATE

Impiattate il risotto e completate con i piselli sbianchiti e il bacello conservato, le piccole quenelle di ricotta e i pois al nero di seppia .

 

 

SPAGHETTI VEGANI (x 1)

11 Feb

img_5201

AAA, riequilibrio karmico cercasi. E’ risaputo … dire quello che si pensa, spesso, può essere scomodo. Ma credo che valga sempre la pena farlo. Anche se rimane fondamentale essere sicuri di non essere fraintesi. Perché uno dei grandi mali del mondo è la superficialità. Basta una parola sbagliata e sei fregato. Non importa cosa volessi intendere. Non importa il “tono” con cui l’hai proferita o, peggio ancora, scritta.

Ieri sera mi sono dilettata a prendermela con una rivista di food decisamente schierata a favore di vegetariani e vegani. Ecco cosa ho scritto su Facebook:

In un piovoso venerdì sera di febbraio, rigorosamente già in pigiama con la sindrome da copertina che Linus e tutta la Schulz family ti fanno una pippa, sfogli l’ultimo numero di una nota rivista di food. Tra le ricette, in gran parte vegetariane (e il giornale è generalista, non di settore, ma vabbeh), anche la “frittatina senza uova” (con farina di ceci, latte di miglio e cavolfiore) e “radici al forno con tagliata di tofu” … allora capisci che il tuo destino da onnivora amante sopra ogni cosa della fiorentina da chilo, livello cottura muggito, rischia l’estinzione in un futuro molto più che prossimo.
Che poi, senza che nessuno si offenda, perché rispetto e anzi capisco le ragioni di tutti, non è che si starà esagerando? Cioè, è come andare in un negozio sportivo e trovare solo scarpe con i tacchetti perché il calcio è quello più in voga. Eh no cazzo. Io voglio trovarci quelle, ma anche costumi olimpionici, palle da Bowling e pattini a rotelle. Esagero. Pure l’aggeggio del curling e un paio di fioretti .
P.S. Amici vegetariani e vegani vi amo e vi stimo. Il giornale un po’ meno!”

Ribadisco, e sempre lo farò. Amo e stimo vegetariani e vegani. Vorrei avere la loro forza di volontà. Al punto che ogni tanto mi cimento con qualche ricetta. Oggi ve ne propongo una facilissima, quella con più like sul mio profilo Instagram (@isaporidib) … qualcosa vorrà pur dire, no?

INGREDIENTI

90 grammi circa di spaghetti

5 pomodorini ciliegini

q.b. di olio evo, sale, pepe, basilico fresco, mandorle tostate, succo di limone

Portate a bollore una pentola d’acqua salata e cuocete la pasta secondo il tempo indicato sulla confezione.

Nel frattempo, in un altro pentolino, sbollentate i pomodorini per qualche minuto. Privateli della buccia e dei semi, poi frullateli con olio, sale, pepe e un paio di foglie di basilico. Ripassate la salsa in padella a fuoco bassissimo.

A parte frullate anche una buona dose di basilico fresco con filettini di mandorle tostate, olio, succo di limone, sale e pepe. Una sorta di pesto vegano, insomma. Se aggiungete un po’ di grana grattugiato diventa vegetariano ; P

Scolate la pasta, conditela con un filo di olio a crudo e completate con le due salse.

MILLEFOGLIE DI POLLO E MELANZANE CON RICOTTA AL BASILICO E LIMONE (X 1)

8 Feb

img_5203

Il mercoledì è un giorno noioso. Il weekend è un lontanissimo miraggio e la pigrizia del lunedì è ancora attaccata alle caviglie come un cucciolo di gatto. Di quelli posseduti dal demonio graffiatore. Solitamente trovo consolazione nel cibo. Non oggi, perché ho pure mal di stomaco. Per la serie mai una gioia sempre e comunque, hip hip hurrà!

Voi che potete provate questa ricetta!

INGREDIENTI

150 grammi circa di fettine di pollo sottili

una melanzana piccola

100 grammi di ricotta vaccina

q.b. di basilico fresco, scorza di limone, sale, pepe, olio, pangrattato e grana grattugiato

Scaldate il forno a 180 gradi, modalità ventilato.

Tagliate la melanzana a fettine e passatele in una panure ottenuta mescolando pangrattato, grana grattugiato, sale e pepe. fate lo stesso con le fettine di pollo.

Mettete carne e melanzane, come preparate, su una teglia rivestita di carta forno e cuocete per una decina di minuti. Giratele e proseguite per altri dieci/quindici minuti.

Nel frattempo preparate una crema di ricotta frullandola con olio, sale, pepe e basilico fresco. Completatela con una scorza di limone grattugiata e alternatela alle fette di pollo e di melanzane realizzando una torretta!

 

 

Gourmet Wine Lover

Esperienze di gusto

Lasciate stare Oscar Wilde

Un gruppo di lettura dedicato ai booklovers che non amano le banalità

Calici e Fornelli

Ricette shock per abbinamenti a...D. h.O.C.(G.)

La petite casserole

Recettes d'une italienne à Montréal

It's healthylicious

Recensioni e consigli su prodotti e servizi vegan…e qualche ricetta facile per una vita deliziosamente sana!